0 comments on “Apre Sino-Italian Cultural Studies@Nanjing 南京中意文化研究中心开幕”

Apre Sino-Italian Cultural Studies@Nanjing 南京中意文化研究中心开幕

APRE IL SINO-ITALIAN CULTURAL STUDIES CENTER PRESSO NANJING UNIVERSITY. Un altro passo avanti per la comunità italiana in Cina: lo scorso Giovedì 17 Gennaio si è inaugurato il Nanjing University Center for Sino-Italian Cultural Studies.  Il progetto è stato ideato e promosso da Andrea Baldini, Associate Professor a Nanjing University e socio consigliere AAIIC, insieme ai Professori Zhou Xian e He Chengzhou della stessa università.

Riportiamo il testo del comunicato stampa diffuso dal Consolato Italiano a Shanghai, disponibile anche al seguente link.

Si è inaugurato a Nanchino Giovedì 17 Gennaio, il “Nanjing University Center for Sino-Italian Cultural Studies”, alla presenza dal vice-Presidente della Nanjing University Prof. Wang Zhenlin, del Rettore dell’Università di Torino, Prof. Gianmaria Ajani, e dell’Addetto Scientifico del Consolato Generale, Prof. Roberto Pagani.

1月17日,南京大学中意文化研究中心在南京揭开帷幕,南京大学王振林副校长、都灵大学Gianmaria Ajani校长、以及意大利驻上海总领事馆科技专员帕加尼教授出席了开幕典礼。

Il nuovo centro Sino-Italiano dell’Università di Nanchino ha l’obiettivo di approfondire gli studi sull’arte e sul patrimionio culturale, facilitando l’incontro tra docenti e esperti italiani e cinesi. Si occuperà di temi trasversali e interdisciplinari: arte e diritto; arte, politica e memoria; cultura del design, prodotti del lusso, patrimonio immateriale; cultura del cibo.

全新的南京大学中意中心旨在深入艺术与文化遗产的研究,促进意中专家和教师之间的交流,涉及的横向及跨学科主题包括:艺术与法律、艺术、政治和回忆、设计文化、奢侈品、非物质遗产、饮食文化。

Insieme al Professori Zhou Xian e He Chengzhou, il Prof. Andrea Baldini, dal 2014 in organico alla Nanjing University, è stato ideatore e promotore del Centro, attraverso il quale svolgerà attività in sinergia con le università e centri di eccellenza italiani nel campo artistico e culturale.

2014年起就在南京大学工作的Andrea Baldini教授和周宪教授及何成洲教授一起创办并推动了中心的成立,他将通过中意中心与意大利艺术文化领域优秀的大学和中心一起开展更多的合作。

Il Prof. Ajani nella sua introduzione al nuovo centro della Nanjing University, che lo vede coinvolto come Direttore Onorario, ha sottolineato l’apertura alle arti da parte delle altre discipline umanistiche e scientifiche: l’artista vede a lungo termine e può provocare singolari innovazioni negli altri insegnamenti.

身为南京大学中意中心荣誉主任的Ajani教授,在其致辞中强调了其他人文及科学学科对艺术应有的的开放:艺术家总是看得很远,能激发其他学科教育中的创新。


0 comments on “U.S.-China Program for Biomedical Collaborative Research”

U.S.-China Program for Biomedical Collaborative Research

US-CHINA PROGRAM FOR BIOMEDICAL COLLABORATIVE RESEARCH (National Insitutes of Health, NIH). Lo scopo di questo programma e’ stimolare la collaborazione accademica nelle seguenti aree di ricerca: cancer, environmental health, heart disease, blood disorders, diseases of the eye and visual system, mental health, and neurological disorders. I parner hanno l’obbligo di presentare il progetto di ricerca ai rispettivi istituti finanziatori (NIH per i candidati negli States, NSFC per i candidati in Cina).

Piu’ informazioni si possono trovare al seguente link: https://grants.nih.gov/grants/guide/rfa-files/RFA-CA-19-009.html



0 comments on “Call for Nomination: Premio Farnesina”

Call for Nomination: Premio Farnesina

PREMIO FARNESINA. Segnaliamo il Bando per la terza edizione del Premio Farnesina rivolto ai migliori ricercatori italiani all’estero. Nell’elenco è inclusa anche la Cina. Il Bando si rivolge a ricercatori nel settore Science & Technology.

Riportiamo un estratto del testo della Call for Nominations:

E’ aperto un bando per la candidatura al “Premio Farnesina” per i migliori ricercatori italiani all’estero.

Possono essere candidati i ricercatori presenti in Cina. Data di scadenza del bando il 31 gennaio 2019.

Per maggiori informazioni, consulta la pagina dell’Ambasciata di Pechino al questo link o scarica il pdf del bando.

0 comments on “Ricercatori italiani all’estero: Abilitazione Scientifica Nazionale e altri Programmi”

Ricercatori italiani all’estero: Abilitazione Scientifica Nazionale e altri Programmi

OPPORTUNITA’ PER RICERCATORI ITALIANI ALL’ESTERO. Per partecipare ai concorsi universitari pubblici, i ricercatori e professori italiani all’estero devono prima ottenere l’Abilitazione Scientifica Nazionale.  Il bando e’ attualmente aperto e le prossime finestre per la presentazione della domanda sono fissate tra: 11 gennaio 2019 e 11 maggio 2019 (II quadrimestre) e tra 12 maggio 2019 e 12 settembre 2019 (III quadrimestre).  Il bando e relativi moduli si possono scaricare dal sito ufficiale del MIUR, Abilitiazione Scientifica Nazionale.  

Tra gli strumenti messi a disposizione dal Governo per il rientro dei ricercatori italiani, ricordiamo anche le Chiamate dirette, riservate a soggetti in possesso di specifici requisiti e presentate direttamente dalle singole Università al Ministero.  Tra i requisiti ricordiamo: equipollenza della posozione tra università straniera e italiana,  aderenza a criteri previsti dal Programma di rientro dei cervelli,  ricercatori vincitori di specifici programmi di qualificazione di alta ricerca, elevato merito scientifico. A questi criteri, si aggiunge la chiamata per Chiara Fama. Più informazioni alseguente link.

Ricordiamo infine il ProgrammaRita Levi Montalcini dedicato ai giovani ricercatori, per consentireloro il rientro ed essere chiamati a svolgere la propria attività di ricerca presso un’Università pubbblica.  I requisiti possono variare da bando a bando,ma generalmente prevedono il possessodel titolo di dottore di ricerca da non più di sei anni e da nonmeno di tre. L’ultino bando è uscito nel 2017. Più informazioni si trovano alseguente link

Ricordiamo infine il Programma Rita Levi Montalcini dedicato ai giovani ricercatori, che consente il rientro presso un’Università pubblica.  I requisiti di partecipazione possono variare da bando a bando, ma generalmente prevedono il possesso del titolo di dottore di ricerca da non più di sei anni e da non meno di tre. L’ultimo bando è uscito nel 2017. Più informazioni si trovano al seguente link

0 comments on “Euraxess Science Slam”

Euraxess Science Slam

EURAXESS SCIENCE SLAM. Registrazioni ancora aperte per chi vuole assistere all’evento Euraxess “Science Slam China 2018” che si terra’ a Pechino (Zhongguangcun) il prossimo 13 dicembre, dalle 19:30 alle 22:30. Un’occasione informale per conoscere i ricercatori europei in Cina. L’evento e’ gratuito e piu’ informazioni sono disponibili al seguente link: https://euraxess.ec.europa.eu/worldwide/china/science-slam-china-2018-registration-audience-has-opened

0 comments on “Digital Day”

Digital Day

DIGITAL INNOVATION: THE ITALIAN EXPERIENCE. L’Associazione degli Accademici Italiani in Cina, insieme alla Camera di Commercio Italiana in Cina, ha il piacere di invitarvi all’evento Digital Innovation: The Italian Experience.  Vi aspettiamo sabato 13 ottobre, dalle 14:30 alle 19:30 presso il Sino-Italian Center for Environmental Sustainability, SICES della Tongji University.
Maggiori informazioni si trovano nel programma dell’evento.
Qui il link alla registrazione.

0 comments on “Inizio anno accademico: un augurio dal Presidente AAIIC”

Inizio anno accademico: un augurio dal Presidente AAIIC

UN AUGURIO DI BUON INIZIO. Oggi, lunedì 10 settembre, si apre qui in Cina il nuovo anno accademico 2018-2019 in Cina. Studenti e professori riprendono a pieno ritmo le loro attività didattiche e di ricerca dopo la pausa estiva. Qui sotto un personale augurio di buon inizio da parte del Presidente Ivan Cardillo per i soci AAIIC.

Lettera del presidente: anno-accademico 2018-2019

Il 10 settembre coincide anche con il Teacher’s Day (教师节 jiao shi jie), una festa cinese in cui si celebrano gli insegnanti, di ogni livello e grado. L’origine di questa giornata di festa risale alla dinastia Han, quando l’Imperatore si recava al tempio di Confucio per renderge omaggio all’eredità del grande filosofo. Questa festa testimonia il profondo rispetta che la società cinese nutre non solo verso l’insegnamento, ma anche verso la centralità dell’educazione nello sviluppo della società.

0 comments on “SICES – Donation Cerimony of Italian Books”

SICES – Donation Cerimony of Italian Books

CERIMONIA PER LA DONAZIONE DI LIBRI ITALIANI AL SICES, TONGJI UNIVERSITY.  Lo scorso lunedì 16 luglio 2018, nella sede del Sino-Italian Center for Environmental Substanibiliy (SICES), presso il campus della Tongji University,  si e’ svolta la cerimonia della donazione dei libri da parte del console generale Stefano Beltrame. Prima della cerimonia, dopo un breve discorso di benvenuto da parte del vice presidente di Tongji, prof. Xinghui Lei, l’addetto scientifico del consolato Prof. Roberto Pagani ha introdotto il ruolo del SICES e le modalita’ per accedere agli spazi messi a disposizione dalla Tongji University, di cui abbiamo parlato anche qui (Ufficialmente operativo il Sino Italian Centre for Environmental Sustainability).   A seguito della cerimonia, c’e’ stata poi una piccola festa per salutare il nostro Console, prima del suo rientro in Italia, a conclusione del suo mandato a Shanghai.

0 comments on “Horizon Europe”

Horizon Europe

HORIZON EUROPE: THE NEXT RESEARCH AND INNOVATION FRAMEWORK PROGRAMME.  Il 27 giugno scorso si è tenuto a Pechino un seminario informativo sul nuovo programma europeo di finanziamento per la ricerca, Horizon Europe. L’incontro è stato organizzato da Euraxess e dall’European Research Council. All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, Dr. Lauren Bochereau, Head of Science, Tech, Environm., EU Delegation to China, Prof. Jean-Pierre Bourguignon, President of the European Research Council e Ms. Li Weicong, Program Manager of China Natural Science Foundation. 
Il meeting  si è tenuto presso la sede della delegazione EU a Pechino.
Riportiamo un estratto del documento preparato da AAIIC:

For the next long-term EU budget 2021-2027, the Commission is proposing €100 billion for research and innovation. A new programme – Horizon Europe – will build on the achievements and success of the previous research and innovation programme (Horizon 2020) and keep the EU at the forefront of global research and innovation. Horizon Europe is the most ambitious research and innovation programme ever. Commission Vice-President Jyrki Katainen, responsible for Jobs, Growth, Investment and Competitiveness, said “Investing in research and innovation is investing in Europe’s future. EU funding has allowed teams across countries and scientific disciplines to work together and make unthinkable discoveries, making Europe a world-class leader in research and innovation. With Horizon Europe, we want to build on this success and continue to make a real difference in the lives of citizens and society as a whole“. Carlos Moedas, Commissioner for Research, Science and Innovation, added: “Horizon 2020 is one of Europe’s biggest success stories. The new Horizon Europe programme aims even higher. As part of this, we want to increase funding for the European Research Council to strengthen the EU’s global scientific leadership, and reengage citizens by setting ambitious new missions for EU research. We are also proposing a new European Innovation Council to modernise funding for ground-breaking innovation in Europe”. While continuing to drive scientific excellence through the European Research Council (ERC) and the Marie Skłodowska-Curie fellowships and exchanges, Horizon Europe will introduce the following main new features:

– A European Innovation Council (EIC) to help the EU become a frontrunner in market-creating innovation: The Commission’s proposal will establish a one-stop shop to bring the most promising high potential and breakthrough technologies from lab to market application, and help the most innovative start-ups and companies scale up their ideas. The new EIC will help identify and fund fast-moving, high-risk innovations with strong potential to create entirely new markets. It will provide direct support to innovators through two main funding instruments, one for early stages and the other for development and market deployment. It will complement the European Institute of Innovation and Technology (EIT).
– New EU-wide research and innovation missions focusing on societal challenges and industrial
competitiveness: Under Horizon Europe, the Commission will launch new missions with bold, ambitious goals and strong European added value to tackle issues that affect our daily lives. Examples could range from the fight against cancer, to clean transport or plastic-free oceans. These missions will be co-designed with citizens, stakeholders, the European Parliament and  Member States.
– Maximising the innovation potential across the EU: Support will be doubled for Member States lagging behind in their efforts to make the most of their national research and innovation potential. Moreover, new synergies with Structural and Cohesion Funds will make it easy to coordinate and combine funding and help regions embrace innovation.
– More openness: The principle of ‘open science’ will become the modus operandi of Horizon Europe, requiring open access to publications and data. This will assist market uptake and increase the innovation potential of results generated by EU funding.
– A new generation of European Partnerships and increased collaboration with other EU programmes: Horizon Europe will streamline the number of partnerships that the EU co-programmes or co-funds with partners like industry, civil society, and funding foundations, in order to increase their effectiveness and impact in achieving Europe’s policy priorities. Horizon Europe will promote effective and operational links with other future EU programmes, like Cohesion Policy, the European Defence Fund, the Digital Europe Programme and the Connecting Europe Facility, as well as with the international fusion energy project ITER.

I soci che volessero ricevere più info e materiale sull’incontro di Pechino possono scrivere al consigliere Francesco Silvestri (delega opportunità) o a info@accademicicina.org. 

0 comments on “Ufficialmente operativo il Sino-Italian Centre for Environmental Sustainability (SICES) presso Tongji University”

Ufficialmente operativo il Sino-Italian Centre for Environmental Sustainability (SICES) presso Tongji University

SINO-ITALIAN CENTRE FOR ENVIRONMENTAL SUSTAINABILITY (SICES) PRESSO TONGJI UNIVERSITY. Lo scorso 17 giugno è diventato ufficialmente operativo il Sino-Italian Centre for Environmental Sustainability (SICES) presso la Tongji University. Come riportato nell’ultima newsletter degli addetti scientifici in Cina (link), l’istituto ha sede presso l’edificio Yunchou ed è inaugurato dal vice-Presidente prof. Fang Shouen e dal Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente, dott. Francesco La Camera. La ristrutturazione dell’edificio YunChou è stata cofinanziata dal Ministero dell’Ambiente Italiano per offrire un luogo fisico alla collaborazione della ricerca italiana e delle nostre Università con la Tongji University, su obiettivi ambientali e su piani di sostenibilità urbana di medio-lungo termine. Il progetto di ristrutturazione dell’edificio, curato dalla società di progettazione Archea di Firenze, si estende per circa 4000 m2 su 5 piani e comprende aule, uffici, un bar italiano, un auditorium, una copertura piana che ospita sistemi solari fotovoltaici, ma resa accessibile e in futuro arredata e collegata al bar-ristoro. Il SICES si caratterizzerà come luogo per il co-working, con una condivisione degli spazi da parte dei ricercatori cinesi e di quelli italiani presenti o in visita alla Tongji University. Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte i delegati di alcune tra le 15 università italiane che hanno accordi di collaborazione con la Tongji University, tra cui l’Università di Bologna, l’Istituto Universitario di Architettura IUAV e la VIU di Venezia, l’Università di Roma Tor Vergata, Il Politecnico di Torino, unitamente a svariate aziende italiane presenti alla missione a Pechino per la fiera sull’ambiente CIEPEC. In precedenza, l’edificio ha ospitato la mostra YiTech a la mostra Design For All con il Politecnico di Milano e, più recentemente, la mostra dei progetti di tesi del Master Double Degree Tongji-UniPavia inUrban Planning e Desgin.
Ricordiamo infine che è disponibile da poco un Regolamento per l’utilizzo degli spazi del SICES per i soci AAIIC. Eventuali espressioni di interesse dovranno essere comunicate al nostro delegato per i  Progetti Andrea Altobrando (andalt@gmail.com) e alla nostra segreteria (segreteria@accademicicina.org).